Alghero, i progetti e il futuro del Parco di Porto Conte

Le bellezze di Alghero e di Porto Conte protagoniste su Rai Uno

Le attività e gli investimenti.

Il Parco di Porto Conte sotto la lente della V° Commissione consiliare, per una ricognizione delle attività utile a gettare le basi per la programmazione futura.

Il percorso delle commissioni consiliari ha avuto da subito un ritmo serrato, un’attività positiva che sta mettendo il Consiglio comunale nelle condizioni di avere un quadro preciso di tutti i settori dell’Amministrazione.  Il presidente Christian Mulas ha coordinato l’incontro con il direttore del Parco Mariano Mariani, l’assessore all’Ambiente Andrea Montis, il Dirigente Gian Salvo Mulas. Illustrati i progetti in itinere e gli investimenti e in corso di realizzazione,  previsti nel programma triennale delle opere pubbliche comprendenti la ristrutturazione dell’ex diramazione carceraria a Porticciolo, la valorizzazione del geo-sito di Capo Caccia, la realizzazione del sistema del lagunaggio per la mitigazione del carico organico nel sistema Calich, il completamento dei percorsi di fruizione della stessa area, la conclusione delle opere nella Grotta Verde, l’intervento di valorizzazione di Punta Giglio.  

“Il Parco va sostenuto ancora e meglio – spiega il Presidente Mulas  – e contiamo di farlo con proposte, collaborazioni, mettendoci a disposizione affinché la riserva e l’Area marina protetta possano diventare pienamente uno strumento di sviluppo e di economia per la città e per il territorio”.  Il dato dei 12 mila visitatori, non residenti, registrato lo scorso anno è un punto di partenza sul quale lavorare per far crescere l’attenzione e il reperimento di nuovi investimenti. Manca tuttavia una solida conoscenza dei cittadini algheresi della realtà del Parco e della Riserva Marina, che possa servire, al di là dei numeri, ad una più efficace promozione della sensibilizzazione sui temi ambientali e alla diffusione delle tematiche legate alla preservazione della natura.