Cani randagi ad Alghero, il Comune studia soluzioni

Cani randagi ad Alghero, il Comune studia soluzioni

Il fenomeno dei cani randagi.

Benessere Animale, l’Assessorato all’Ambiente di Alghero interviene per trovare soluzioni alle diverse criticità registrate, per la presenza dei cani randagi e delle colonie di gatti in città e nel territorio. C’è una particolare sensibilità su questi temi, che toccano in generale l’aspetto ambientale per quanto riguarda il decoro e la salute pubblica.

Ad oggi ad Alghero non esiste una colonia felina riconosciuta, come da normativa, nonostante che di fatto ve ne siano diverse. “Le stesse, se riconosciute, affidate in cura alle associazioni presenti nel territorio – afferma l’assessore all’Ambiente Andrea Montis – potrebbero restituire decoro a quelle aree che ad oggi sono fuori controllo, oltre che rappresentare specifici attrattori turistici per quel segmento specifico rappresentato dagli amanti degli animali, il cui numero è sempre in crescita”.

Al fine di contenere la proliferazione dei gatti randagi, che comporta sforzi notevoli da parte dell’amministrazione e delle associazioni stesse, la soluzione individuata potrebbe essere una campagna di sterilizzazione che interesserà anche i privati. “A breve l’amministrazione conta di varare le prime iniziative al riguardo”, spiega Andrea Montis.

Anche per quanto riguarda il randagismo, il problema verrà affrontato partendo dal presupposto che l’amministrazione investe tantissime risorse per l’ingresso e mantenimento in cura dei cani randagi nelle strutture convenzionate.

“Di fatto – commenta l’assessore all’Ambiente – le stesse risorse potrebbero essere utilizzate per incentivare e sostenere l’adozione dei randagi, piuttosto che per il mero mantenimento divenuto temporalmente un incognita. Oltre alle strutture ufficialmente presenti nel territorio comunale operano tantissime associazioni che con le proprie forze svolgono un lavoro di cura degli animali straordinario”.