Tagli all’ospedale Marino di Alghero: “Serve una mobilitazione colettiva”

All'ospedale Marino di Alghero 46 posti letto Covid

L’appello del gruppo consiliare Per Alghero.

“La chiusura delle sale operatorie dell’ospedale Marino, lo smantellamento graduale di ortopedia, deve mobilitare l’intera classe politica cittadina, a cominciare dall’amministrazione comunale silente”.

Lo chiede il gruppo consiliare Per Alghero. “Una struttura sanitaria – sottolinea – che ha sempre goduto di grande rilievo professionale per la qualità delle sue prestazioni, si trova ora in pieno smantellamento. Un ospedale che in tempi non lontani rappresentava un punto di riferimento per una utenza che andava ben oltre i confini del nord Sardegna”.

“Condividiamo con i sindacati la preoccupazione del sovraffollamento dell’ospedale di Sassari dove viene intercettato tutto ciò che il territorio non è più messo in condizioni di offrire, con una visione miope – prosegue -. Se il Santissima Annunziata non svolge le funzioni specialistiche di secondo livello cui è chiamato, dovendosi occupare di tutte le discipline anche di livello inferiore, il resto del territorio con Alghero capofila non garantirà alcuna struttura di primo livello, ma solo assistenza di base”.