Bono esce dal lockdown e passa in zona bianca: ma le scuole resteranno chiuse

Dal lockdown a Comune Covid Free: a Bono nessun positivo

Scuole chiuse un’altra settimana.

Dopo due settimane Bono esce finalmente dal lockdown e si ritrova quindi in zona bianca. I buoni dati dello screening effettuato e la ricostruzione della catena di contagio ha permesso al Comune tenere sotto controllo i casi non permettendo che la variante inglese dilagasse.

Nonostante la zona bianca la prudenza e l’attenzione resta massima. Il sindaco Elio Mulas infatti, su parere dell’Ats, ha emanato una nuova ordinanza che posticipa l’inizio della scuola in presenza di un’altra settimana.

“Visto il parere espresso dal servizio sanitario, in cui ci viene raccomandato il posticipo dell’apertura delle scuole per motivi di sicurezza, visti i dati che riguardano la trasmissione del virus all’interno degli ambienti scolastici, con l’ordinanza si stabilisce la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado fino al giorno 13 marzo compreso, salvo proroga – spiega il sindaco Elio Mulas – . Mentre, dal 7 marzo, tutte le attività finora chiuse potranno riprendere. Questa graduale riapertura, non è un liberi tutti, quindi, si raccomanda tutta la popolazione di continuare a seguire le norme di sicurezza e indossare sempre i dispositivi di protezione individuale, evitando assembramenti. Si tratta, soprattutto, di rispettare quei lavoratori che hanno dovuto chiudere l’attività, facendo enormi sacrifici per andare avanti”.

Due settimane difficili per le attività commerciali del territorio. Proprio la situazione economica e sanitaria ha spinto il primo cittadino, insieme ai sindaci di La Maddalena e San Teodoro, a scrivere una lettera alla Regione Sardegna per chiedere vaccini e ristori ad hoc per le attività costrette a restare chiuse per la zona rossa.