La rabbia dopo il crollo al campo sportivo appena inaugurato di Bonorva

La rabbia dopo il crollo al campo sportivo appena inaugurato di Bonorva

Il crollo al campo sportivo a Bonorva.

Passata la paura, a Bonorva, restano gli interrogativi sull’efficienza dei lavori effettuati nel campo sportivo. Il crollo del muro perimetrale, avvenuto ieri pomeriggio, ha acceso le polemiche e la rabbia dei cittadini. Per un caso fortuito, infatti, nessuno è rimasto coinvolto con esiti che sarebbero potuti sfociare in dramma.

L’inaugurazione era avvenuta venerdì 13 settembre, una data che per molti scaramantici sapeva di presagio negativo, alla presenza del sindaco Massimo D’Agostino e dell’assessore allo Sport, Claudio Dettori. Una cerimonia in pompa magna, alla quale aveva preso parte anche il parroco, don Gavino Sanna, che presenziò al taglio del nastro.

L’operazione di rifacimento del campo sportivo, aveva riguardato la completa ristrutturazione del pian di gioco ed il completamento delle canalizzazioni per la raccolta e scolo delle acque. Ed è su questo punto che si dovranno fare ulteriori accertamenti.

Paura a Bonorva, crolla il muro intorno al campo sportivo

Il cedimento strutturale, avvenuto poco dopo le 16 di ieri, sarebbe stato provocato da alcune infiltrazioni che avrebbero fatto collassare l’intero muro. Questa, al momento, sembra l’ipotesi di accreditata. Soprattutto tra i vigili del fuoco che, per ore, hanno dovuto lavorare alla messa in sicurezza dell’area che potrebbe finire, a breve, sotto sequestro.