Nuovo appuntamento a Castelsardo con la microchippatura dei cani

Nuovo appuntamento a Castelsardo con la microchippatura dei cani

L’anagrafe canina a Castelsardo.

A Castelsardo un nuovo appuntamento per i proprietari dei cani, non ancora iscritti all’anagrafe canina. Venerdì 28 Maggio dalle ore 9, presso l’atrio della sala conferenze del Porto Turistico si terrà infatti la microchippatura  gratuita degli animali.

I proprietari di uno o più cani sprovvisti di microchip, maggiorenni e residenti o domiciliati in Sardegna, potranno presentarsi con i propri amici a 4 zampe con la scheda già compilata con i dati segnaletici del cane e del proprietario, contattando nel caso l’ODV Zampette Felici, nella propria pagina Facebook, per un aiuto nella compilazione.

Al cane sarà inserito, sottocute, un microchip elettronico tramite un piccolo intervento mininvasivo ed indolore che ne permette sia l’iscrizione alla banca dati nazionale, che l’identificazione, in caso di furto o smarrimento.

La microchippatura, obbligatoria per legge, deve essere completata entro 15 giorni dal momento in cui si entra in possesso di un cane e possibilmente entro due mesi dalla nascita del cucciolo o prima della sua eventuale cessione o trasferimento di residenza. Sono previste sanzioni pecuniarie per i proprietari di cani sprovvisti di microchip.

Al fine di assicurare il rispetto delle regole relative alla profilassi del Covid, la Polizia Municipale sarà affiancata nelle operazioni, da volontari dell’ODV Zampette Felici e dal Cvsm-Protezione Civile. L’accesso al locale dell’anagrafe, dove sarà presente un disinfettante per le mani, sarà consentito solo ed esclusivamente al detentore del cane, custodito con guinzaglio ed eventuale museruola e, oltre ad indossare la mascherina dovrà firmare un registro ai fini del tracciamento. Il proprietario del cane dovrà portare con se il libretto dell’animale, la propria carta d’identità ed il codice fiscale.

Questa campagna, nata anche per scoraggiare il randagismo, si affianca all’altra, ancora in corso, che mira ad incentivare le sterilizzazioni di cani padronali a rischio di riproduzione incontrollata. I proprietari  di cani, adibiti alla custodia di greggi o a guardia di fondi rurali ma anche i cittadini che si trovino in particolari condizioni economiche, accertate sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), possono infatti accedere a un contributo economico per la sterilizzazione della propria cagnetta, con la possibilità di scegliere il veterinario di fiducia. Un’occasione, offerta dal Comune di Castelsardo che, con l’ATS e la Regione Sardegna, cofinanzia la sterilizzazione dei cani di proprietà, iscritti nella banca dati dell’Anagrafe Canina Regionale, quindi microchippati, con un contributo fino a 180 euro.