Da Sassari a Olmedo, il risveglio è senz’acqua in casa: le proteste dei cittadini

Chiusure serali dell'acqua a Sassari e in alcuni comuni della provincia

Protestano i residenti e i locali.

Sassari e gran parte della provincia a secco. A differenza di quanto annunciato, i lavori iniziati alle 7 di ieri, si sono protratti non fino alle 20 ma a tutta la mattinata di oggi e anche fino al pomeriggio.

I lavori iniziati da Abbanoa, erano dovuti all’eliminazione di una dispersione individuata in un tratto che attraversa il territorio di Ittiri. Il tratto in cui si è dovuto operare con le saldature, era avvolto da un blocco di ancoraggio in cemento armato che doveva essere smantellato. Fatto che ha reso le operazioni particolarmente complesse e prolungate in corso d’opera.

Problemi all’acquedotto, a Sassari si resta senz’acqua

Numerose le proteste dei cittadini. Tra i commenti più ricorrenti il fatto che il gestore idrico non abbia avvertito abbastanza. Ma anche la mancanza di autobotti, così da consentire ad anziani e disabili di potersi lavare. Diverse anche le attività commerciali che hanno dovuto chiudere momentaneamente quali bar, pizzerie e parrucchieri.

Tra proteste e commenti, più o meno garbati, c’è anche chi ha preferito accertarsi personalmente della questione chiamando direttamente Abbanoa. Il guasto sarà risolto, ma a Sassari come Ittiri, Usini, Uri, Olmedo, Ossi, Tissi, Muros, Osilo, Sorso e Sennori i disagi sono stati numerosi. Sia per chi è andato a lavoro senza potersi lavare, sia per chi ha avuto necessità di utilizzare i servizi igienici.