Assalti ai furgoni portavalori in Sardegna, 13 arresti: operazioni a Sassari

Filma e minaccia i poliziotti a Sassari, arriva il Daspo: vietato l'uso di internet

Perquisizioni anche in provincia di Sassari.

La polizia di stato e la Guardia di finanza di Cagliari stanno eseguendo una vasta operazione volta a smantellare un’organizzazione dedita alle rapine ai furgoni portavalori nell’isola.

Sono 13 gli arrestati e oltre 300 i poliziotti e i finanzieri impegnati dall’alba di stamattina. L’operazione, diretta dalla DDA di Cagliari, colpisce un sodalizio criminale che stava programmando altri colpi e i suoi componenti si distinguevano per una “eccezionale pericolosità”. In corso perquisizioni nelle province di Nuoro e di Sassari.

Il gruppo disponeva di armi da guerra e comuni da sparo e i componenti della banda si incontravano in ovili o in luoghi estremamente difficili da sorvegliare. A disposizione della banda, pistole mitragliatrici Uzi, fucili automatici, Kalashnikov e bombe a mano.

Le indagini hanno fatto luce anche su una rapina in un supermercato dove i dipendenti furono legati e rinchiusi in uno sgabuzzino e su due assalti a istituti di vigilanza nei quali i malviventi si impossessarono complessivamente di oltre 11 milioni di euro.