Discariche abusive e rifiuti abbandonati, il dato di Sassari che preoccupa

Tolleranza zero contro  l'abbandono dei rifiuti, Sassari inasprisce le regole

Aumentano i reati ambientali.

Aumentano i reati ambientali a Sassari. Nel 2019 sono stati 4.920 i sopralluoghi della polizia ambientale rispetto ai 4.200 del 2018. Un incremento del 17% che ha visto la denuncia di 61 persone rispetto alle 34 dell’anno precedente. Calano invece i verbali che da 142 sono scesi a 112. Dati ben diversi da quelli del 2017 nella quale erano stati ben 194.

Preziosa è stata la collaborazione dei cittadini che hanno effettuato esposti o richieste di intervento. Sono stati 246 nel 2019 in controtendenza con le 186 del 2018, vale a dire un aumento del 32%. In calo anche le segnalazioni relative ad animali che passano dalle 69 alle 53.

L’azione di polizia ambientale ha portato alla denuncia di alcuni contravventori tra cui i responsabili di una discarica abusiva ad Ottava e Piandanna. Ma anche i responsabili della combustione illecita di rifiuti a Rodda Quadda e la denuncia per abbandono di inerti a Luna e Sole. L’indagine più complessa, invece, ha riguardato lo sversamento illecito di reflui fognari sul rio Calamasciu e a Sant’Orsola.