Il premier Conte valuta la candidatura al Senato a Sassari. La preoccupazione della politica locale

Le restrizioni previste per la Sardegna dal nuovo Dpcm, ma il rischio contagio è moderato

L’indiscrezione sulla candidatura di Conte a Sassari.

Sarebbe pronto al grande passo Giuseppe Conte. Il premier starebbe valutando la possibilità di candidarsi al Senato e avrebbe individuato l’opportunità delle elezioni suppletive che si dovranno svolgere proprio in provincia di Sassari, necessarie dopo la morte della senatrice dei 5 Stelle Vittoria Bogo Deledda.

Addio alla senatrice Bogo Deledda, morta dopo una lunga malattia

L’indiscrezione, anticipata dal quotidiano Repubblica, starebbe trovando conferme in queste ore e ha già mandato in subbuglio i papaveri della politica locale. Una verità suffragata anche dal rumors intercettato dal quotidiano Affaritaliani.it., secondo il quale avrebbe anche scelto il nome del suo partito: Con Te.

Una scelta strategia per alcuni quella del premier di candidarsi al Senato in Sardegna che risponderebbe alla necessità di blindare il governo o garantirsi, comunque, la permanenza fino alla fine legislatura per poi rilanciarsi in vista delle politiche. Le elezioni nella circoscrizione di Sassari si terranno il prossimo 8 novembre.

Tra Ganau, Giagoni e Wheeler si riaccende la sfida elettorale per un posto in Senato

Ma non sarà una passeggiata per il premier. Per coprire il seggio vacante lasciato dalla prematura scomparsa della senatrice Bogo Deledda sono pronti a scendere in campo nomi pesanti della politica locale, tra cui l’ex sindaco di Sassari Gianfranco Ganau. Intanto, anche Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), ha commentato le indiscrezioni su una possibile candidatura di Conte, affermando di essere pronto a scendere in campo per difende “i concreti bisogni”, non soddisfatti proprio nella gestione della crisi Covid.