Emergenza coronavirus, la Regione ora aumenta la guardia su Sassari

Zona arancione, la Sardegna fa ricorso al Tar. L’ira di Solinas: “Provvedimento ingiustificato”

La Regione attenta a Sassari.

La grande attenzione della Regione nei confronti di Sassari è stata confermata stasera dal governatore, Cristian Solinas. In particolare, il presidente, ha posto l’accento sulla situazione della Rsa San Nicola. Ma anche sull’attesa di nuovi tamponi, reagenti e kit che serviranno per screening massicci da effettuare nel sassarese.

“Per Sassari abbiamo integrato le forze militari eseguendo una serie di tamponi, a tappeto, sulle case di riposo nella quale sono stati rilevati casi di positività, ricostruendo i contatti per cercare di isolare il virus – ha esordito il presidente della Regione -. Di questi tamponi, 44 sono stati eseguiti nella Rsa San Nicola. Ma tra stasera e domani verrà esteso a tutti i residenti e operatori che vi lavorano. Sempre domani arriveranno 1000 kit per i test veloci che verranno eseguiti nel sassarese. Ma verrà attivato anche il centro Covid nel Policlinico con nuovi posti per la rianimazione. Questo rientra nel piano speciale per Sassari che si avvale non solo della protezione civile ma soprattutto del comitato tecnico scientifico”.

Secondo il governatore, l’assessorato regionale alla Sanità sta proseguendo sulla strada giusta, seguendo la scienza e non l’ondata emozionale di quanti continuano a chiedere i tamponi. Questo soprattutto per la difficoltà di approvvigionamento che non è solo regionale, bensì nazionale e globale.

Nello specifico, il presidente della Regione ha confermato la necessità di reagenti soprattutto nel sud Sardegna. Diversa, invece, la situazione nel sassarese dove a mancare sono i tamponi, che a breve verranno supportati dalla ricezione di kit in 40mila unità. Questo per effettuare gli screening, oltre ai sintomatici, nella zona del sassarese. Con un occhio di riguardo al personale sanitario, case di riposo, comunità di alloggio e più ampiamente dove vi sono assembramenti.

Parole condivise appieno dall’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu. “Abbiamo superato i 4.100 tamponi. Confronto ad altre regioni siamo quelli che ne hanno effettuati di più nonostante le carenze evidenti. Tuttavia a breve ne arriveranno altri 1000, mentre entro la settimana arriveremo a 10mila”.