Tragedia in mezzo al mare sulla nave cargo per Porto Torres, un’onda ha ucciso il 26enne

Tragedia sulla nave cargo a Porto Torres, 3 accusati di omicidio colposo

Le indagini della Guardia costiera.

La dinamica dei fatti verrà stabilita a conclusione delle indagini. Nel frattempo emergono i primi resoconti della guardia costiera sull’incidente marittimo avvenuto questa mattina a poco più di 10 miglia dall’Asinara.

La vittima D. Y., 26 anni di origine bulgara, sarebbe stato colpito insieme ad altri membri dell’equipaggio da una forte onda. Complice il vento di maestrale, il giovane è andato a sbattere contro una grata in ferro mentre operava a prora, nella parte anteriore della nave.

Feriti leggermente gli altri membri dell’equipaggio che hanno riportato lievi contusioni. Coinvolti V. A. di 51 anni, D. A. di 23 anni e K. A. di 24 anni che ha riportato la frattura di una gamba.

La richiesta di soccorso era arrivata alla capitaneria di Porto Torres questa mattina intorno alle 10:30. Compresa la gravità del fatto, si è deciso di allertare un elicottero dei vigili del fuoco che hanno evacuato parte dell’equipaggio.

L’imbarcazione, una Euroferry Malta, è arrivata nella città turritana poco dopo le 16. Sul posto è intervenuto il personale della sanità marittima che ha disposto il trasferimento dei feriti all’ospedale civile di Sassari. Presente anche il medico legale per le indagini sul corpo del giovane deceduto.

La Procura di Sassari ha aperto un’inchiesta e le indagini sono affidate alla guardia costiera di Porto Torres sotto il coordinamento della direzione di Olbia. I feriti saranno ascoltati nelle prossime ore.