Dopo l’incidente chiede il risarcimento, ma lo vedono ballare il tango

Dopo l'incidente chiede il risarcimento, ma lo vedono ballare il tango

Assolto 58enne di Ploaghe.

Assolto perché il fatto non sussiste. Con queste motivazioni, nei giorni scorsi, il tribunale di Sassari ha posto fine alla vicenda di un 58enne di Ploaghe accusato di tentata truffa.

La vicenda.

La vicenda ha per protagonista un falegname che nel 2012 era stato vittima di un incidente stradale che gli aveva causato seri problemi fisici. L’uomo, come qualsiasi altro cittadino vittima di un sinistro stradale aveva chiesto il risarcimento danni all’assicurazione. Ma, a 2 anni da quel fatto, aveva partecipato a due serate di tango argentino in alcuni locali di Alghero e Sassari. Qualcuno, conoscendo probabilmente la sua storia, aveva deciso di riprendere la scena e segnalare il caso alla Procura della Repubblica.

Il fatto non sussiste.

Il ballo, tuttavia, era stato prescritto all’uomo come terapia per migliorare le difficoltà motorie che gli impedivano di condurre una vita normale, seppur zoppicante. Per questo la partecipazione alle serate di Sassari e Alghero non costituirebbero reato, ragion per cui è arrivata l’assoluzione perché il fatto non sussiste.