Incroci a raso e pericoli sulla statale 131, il caso arriva in parlamento

Incroci a raso e pericoli sulla statale 131, il caso arriva in parlamento

L’interrogazione sulla statale 131.

Il Deputato di FdI, Salvatore Deidda, presenta un’interrogazione per chiedere al Governo a che punto siano i lavori per l’eliminazione degli incroci a raso e la messa in sicurezza della strada statale 131, in particolare nel tratto della “Carlo Felice”, nelle province di Oristano, Nuoro e Sassari.

“Nel maggio 2018 sono stati stipulati contratti di lavoro dal valore di 135 milioni, come risulta anche dalla comunicazione dell’Anas pubblicata sul sito istituzionale, per la trasformazione delle intersezioni a raso sulla S.S. 131 ma, ancora oggi, nulla è stato realizzato. Dovrebbero essere previsti anche lavori di adeguamento delle corsie specializzate degli svincoli già esistenti, la predisposizione dell’illuminazione in prossimità dei medesimi, nonché la realizzazione di piazzole di sosta e della viabilità di servizio per l’accesso ai fondi presenti lungo il percorso”;

“Appare necessario, inoltre – sostengono il Deputato Deidda e il Capogruppo in Consiglio regionale, Francesco Mura – intervenire prontamente per l’eliminazione dell’incrocio a raso esistente in prossimità del Comune di Paulilatino, teatro di numerosi incidenti, anche mortali, per la cui realizzazione un comitato spontaneo ha anche lanciato una petizione già sottoscritta da oltre mille persone nell’arco di una settimana”.

“Per tali motivi – conclude Deidda – ho presentato un’interrogazione parlamentare al Governo per chiedere velocità e chiarezza sullo stato dei lavori di messa in sicurezza della statale 131”.