Inquinamento a Porto Torres, rinviati a giudizio tre manager Syndial

Chimica verde, il punto sul futuro dell'area industriale di Porto Torres e Sassari

A processo tre manager.

Sono stati rinviati a giudizio i tre dirigenti Syndial-Eni accusati di disastro ambientale e gestione di discarica abusiva di rifiuti pericolosi a Porto Torres.

Secondo le accuse i tre sarebbero responsabili di aver realizzato e gestito nel porto industriale di Porto Torres, dal 2011 al giugno 2015, una discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi contenenti fosforo. Le scorie sarebbe state stoccate nell’area “Palte fosfatiche”, sottoposta a sequestro, causando lo sversamento nella falda e sul terreno delle acque di dilavamento.

Tutto era partito 4 anni fa quando i carabinieri del Noe avevano scoperto un’area di quattro ettari utilizzata per stoccare gli scarti di fosforo e altri rifiuti altamente pericolosi, all’interno dello stabilimento Syndial. L’azienda aveva dichiarato invece di essere estranea alla vicenda.