L’aeroporto di Alghero pronto per la ripartenza: le nuove misure di sicurezza

L'aeroporto di Alghero pronto per la ripartenza della stagione estiva

La riapertura di domani.

Ieri incontro in aeroporto del sindaco Mario Conoci con il Direttore Generale della Sogeaal Alberto Perini. La riapertura di domani avviene con lo scalo che si adegua, con i lavori svolti e per dotare l’aerostazione di nuovi termoscanner automatici per la misurazione della temperatura sia ai passeggeri in partenza che a quelli in arrivo, con le attività di sanificazione e di prevenzione di tutti gli spazi dell’aeroporto e la completa predisposizione per la riapertura.

Da domani ripartono i voli in continuità territoriale per Roma e Milano. “Il nostro aeroporto è fondamentale per la ripartenza di una fase che stiamo affrontando con tutto il nostro impegno – ha detto il sindaco nell’incontro con i vertici della Sogeaal – e questo è un segnale importante. Si riprende a volare anche superando la distinzione fatta in precedenza tra gli scali sardi e si continua a lavorare per mantenere e incrementare la ripresa dei voli con Ryanair e con le altre compagnie low cost. Con la Regione stiamo tenendo alto l’impegno per riportare i livelli di flussi che il territorio attende”.

Dopo la sosta forzata riprende anche l’attività riguardante gli investimenti della Rete Metropolitana, che già ha sbloccato le risorse sulla promozione e sulla destagionalizzazione, per attività da attuare e implementare in un triennio insieme alla Sogeaal con l’obiettivo di far crescere il Nord Ovest. L’investimento di tre milioni di euro riprende il percorso, come da accordo sottoscritto a fine anno dalla Rete con la Società di gestione dell’aeroporto di Alghero. Informazione, accoglienza turistica, itinerari nel territorio, promozione dei principali attrattori del territorio, risalto delle peculiarità architettoniche, ambientali e storiche-identitarie, sono i punti più importanti del progetto che verrà attuato per sostenere la ripartenza. Il progetto estenderà nel prossimo triennio prevede una prima fase di attività di comunicazione con implementazione nel periodo estivo