Maxi operazione dei carabinieri: sequestrati 320 chili di marijuana a Giave

Maxi operazione dei carabinieri: sequestrati 320 chili di marijuana a Giave

Il sequestro dei carabinieri a Giave.

Più di 300 chilogrammi di marijuana. E’ questo il risultato del sequestro portato a termine dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Bonorva e due aliquote dello squadrone eliportato cacciatori di Sardegna,.

Nell’ambito di una complessa operazione info-investigativa che si è concretizzata in una serie di servizi di osservazione, i militari hanno rinvenuto 320 chili di marijuana e arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 39enne bittese.

L’operazione è scattata alle prime luci del giorno, in un’azienda agricola situata nell’agro di Giave, località Mura Maggiales, quando i militari hanno fatto irruzione e proceduto alla perquisizione di un capannone adibito a stalla. all’interno di 38 sacchi nascosti in bustoni del cemento, del peso complessivo di 19 chili, c’era una parte della marijuana, mentre altri 247 chili erano sfusi in diversi sacchi in nylon e pronti per essere lavorati ed imbustati.

Lo spostamento della perquisizione presso il domicilio dell’allevatore ha consentito di rinvenire altri 54 chili di sostanza, distribuiti in 108 sacchi del peso unitario di 500 grammi, già pronti alla vendita. Dai primi accertamenti esperiti, la sostanza contiene un valore di thc- tetraidrocannabinolo- ben superiore al limite consentito per essere immessa nel mercato legale.

L’arresto è stato convalidato questa mattina ed il giudice ha disposto per l’uomo, incensurato, gli arresti domiciliari, in attesa di valutare gli ulteriori elementi che potrebbero portare ad una misura più grave.