Le tensioni con la maggioranza, l’apertura ai 5 Stelle, le sfide che attendono ora il Campus bis a Sassari

Le tensioni con la maggioranza, l'apertura ai 5 Stelle, le sfide che attendono ora il Campus bis a Sassari

L’accordo con i 5 Stelle del sindaco di Sassari Campus.

Le difficoltà all’interno della maggioranza a Palazzo Ducale non garantiscono la dovuta stabilità amministrativa. Per questo il sindaco di Sassari, Nanni Campus, e il presidente del Consiglio comunale, Maurilio Murru, hanno concordato 5 punti programmatici che hanno dato vita all’alleanza tra i civici ed il Movimento 5 Stelle.

Il primo punto interesserà l’avvio di progetti che prevedono il coinvolgimento dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza PUC che determinano la realizzazione di percorsi di inclusione sociale e cittadinanza attiva, stimolando e garantendo la costruzione di una rete stabile di partenariato con tutte le realtà territoriali.

Il secondo, invece, riguarderà il rilancio della comunicazione volto a facilitare il rapporto tra le organizzazioni pubbliche e private, per coinvolgere realmente tutti i cittadini. Mentre il terzo concerne l’implementazione delle strutture sportive per favorire la nascita di un Laboratorio progettuale permanente volto a far crescere l’offerta sportiva e la sua fruibilità con nuove cittadelle sportive.

Il quarto punto intende riattivare la città avendo come punto di partenza il patrimonio culturale. Per generare proposte di lavoro per i giovani, creare il senso estetico della bellezza e del benessere, tramandare la memoria e dialogare con altri Enti, scuole, Università, Musei e Archivi storici.

L’ultimo, infine, riguarderà la riqualificazione e rilancio di Platamona come perno della crescita del settore turistico balneare del territorio, ma anche del borgo dell’Argentiera e di Porto Ferro attraverso percorsi culturali, sportivi ed enogastronomici.