Omicidio di Nule, la vittima conosceva il suo assassino: le indagini

Omicidio di Nule, la vittima conosceva il suo assassino: le indagini

Le indagini dei carabinieri a Nule.

È stato un colpo di fucile, sparato a distanza ravvicinata, a porre fine alla vita di Francesco Dessena, l’allevatore 76enne freddato a tarda sera nelle campagne tra Nule e Bitti. Sulla vicenda vi è il massimo riserbo da parte degli inquirenti, che in queste ore hanno appurato come il nome della vittima non sia collegato in alcun modo ai fatti recenti che hanno scosso la comunità del Goceano.

L’omicida probabilmente conosceva la vittima.

È altamente probabile che l’omicida conoscesse la vittima, i suoi movimenti e la zona. In queste ore i carabinieri della compagnia di Bono, unitamente al reparto operativo del comando provinciale, hanno avviato una fitta attività investigativa e non si escludono importanti novità già a partire da oggi. I militari, infatti, stanno raccogliendo testimonianze ed elementi utili alla soluzione dell’omicidio.

Ucciso nelle campagne di Nule con un colpo di fucile