Reddito di cittadinanza, a Sassari il record di domande della regione: sono oltre 11mila

Reddito di cittadinanza solo a chi studia o cerca lavoro: ecco come cambierà

I dati del reddito di cittadinanza pubblicati dall’Inps.

L’INPS, sul proprio sito internet, ha reso disponibile il report sui dati ufficiali del numero di richieste accolte per il riconoscimento di reddito e pensione di cittadinanza, in base ad una suddivisione per comune di residenza dei richiedenti. Facendo un calcolo aritmetico è possibile evincere che, in Sardegna, le richieste con esito positivo nel mese di luglio hanno sfiorato le 40 mila unità. Per la precisione 39.854.

Numeri importanti, che certificano la dimensione della misura di sostegno alle tante famiglie in difficoltà economica presenti in tutta Italia. Solo nell’area metropolitana di Cagliari sono state accolte 11302 domande, risultato di poco inferiore a quello raggiunto in provincia di Sassari: 11465. Segue la provincia del Sud Sardegna, con 8737, mentre sono 4819 le richieste andate a buon fine in provincia di Nuoro e 3531 in quella di Oristano

Reddito e pensione di cittadinanza, fortemente voluti dal Movimento 5 Stelle per contrastare la povertà e per attuare l’inclusione sociale e lavorativa, sono entrati nel vivo da circa tre mesi e hanno già raggiunto, in tutta Italia, oltre due milioni di persone suddivise in circa 840 mila nuclei familiari.

Il provvedimento ha introdotto anche incentivi per i datori di lavoro che assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato, i beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Un’altra novità introdotta è rappresentata dai Navigator, che avranno il compito di accompagnare i percettori del reddito in un percorso formativo e di ricollocamento nel mondo del lavoro.