Truffa da 3 milioni di euro a Sassari ai danni di una discendente di Mameli

Maltrattamenti e violenze verso i loro figlioletti, genitori condannati a Sassari

Il commercialista indagato chiede di essere ascoltato.

Sono 5 gli indagati a Sassari per una presunta truffa da 3 milioni di euro architettata ai danni della marchesa Ernestina Tacchina Zoagli, discendente della madre di Goffredo Mameli.

Secondo la procura i 5, tra i quali anche la figlia avrebbero raggirato l’anziana facendo confluire i suoi beni, circa 3 milioni di euro, in una fondazione. Doveva essere un progetto benefico per gli scrittori meritevoli, ma in realtà è stata ridotta in povertà, senza più nessuna proprietà e con le rendite dei suoi immobili e dei terreni che andavano direttamente al commercialista.

Proprio quest’ultimo ha chiesto di essere interrogato e difendersi dalle accuse, il tribunale ha fissato la deposizione il 20 marzo.