Strumenti per fare trading: quali sono quelli più avanzati?

Strumenti  per fare trading:  quali sono quelli più avanzati?

Gli strumenti per fare trading.

Milioni di persone al mondo, sfruttando le nuove tecnologie e  la diffusione di internet, hanno accesso al trading on line semplicemente avendo un Pc,una connessione e iscrivendosi ad una piattaforma di trading autorizzata.

Se molti fanno trading, pochi lo fanno a tempo pieno riuscendo a diventare professionisti. Quest’ultimi per muoversi nel mercato finanziario hanno bisogno di una formazione continua e di conoscere ed usare tecniche sempre più complesse e raffinate.

Tra quest’ultime non possiamo non menzionare gli oscillatori di trading e il simulatore  d’investimento:tratteremo entrambi gli argomenti nei prossimi paragrafi.

Oscillatori di trading on line.

Le basi di formazione del trading prevedono una formazione mirata sullo studio dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale. Lo scopo della prima è di monitorare e identificare le tendenze di mercato, studiando e approfondendo i movimenti dei prezzi di un prodotto finanziario, e per questo obiettivo, essa si servirà sia dell’analisi grafica che algoritmica.

L’analisi fondamentale invece si occuperà di quei fattori micro e macro del mercato del prodotto sul quale si vuole operare. Tra i vari fattori sono da menzionare quelli, politici, socioculturali e climatici.

Uno degli strumenti più studiati da quasi tutti i trader sono gli oscillatori. Essi aiutano il trader a comprendere le oscillazioni dei mercati e soprattutto servono di base ad anticipare i trend per individuare quei punti di mercato in eccesso, ossia quelli di maggior rialzo o ribasso.

Tra i principali oscillatori di mercato se ne possono segnalare tre.

L’Oscillatore TRIX , sviluppato ad inizi anni 80 , è progettato per individuare i movimenti dei prezzi e inoltre  definisce un segnale di inversione del trend.

Abbiamo poi l’Oscillatore Stocastico, che serve ad individuare i punti di inversione del mercato mentre oscilla su e giù, definendo inoltre lo stato di inversione di un determinato prezzo.

Esistono tre modalità di questo oscillatore, lento, veloce e completo tutti e tre con caratteristiche diverse.

Infine abbiamo l’oscillatore Envelopes , detto involucro, ideato da un certo Morris e molto usato nell’analisi tecnica. Il suo scopo è quello di definire e racchiudere il movimento dei prezzi per sfruttare le oscillazioni e mandare dei segnali d’acquisto o di vendita, in base alla  situazione del mercato.

Le piattaforme di trading on line più importanti:quali sono?

Dopo aver imparato che cosa sono gli oscillatori e come sfruttarli  dovremo scegliere la piattaforma migliore dove operare.

Noi ne menzioneremo tre, che come  caratteristica in comune più importante, hanno quella di essere certificati dalla Consob e quindi sicure.

Tra le più importanti non possiamo non menzionare EToro ,che conta al suo interno milioni di utenti.

. Tra le sue caratteristiche principali abbiamo il fatto che non applica commissioni sulla gestione del deposito né sulle commissioni di operazioni fatte in Europa. Il suo costo principale riguarda le operazioni di prelievo, 25 dollari per ognuna, e gli spread sul cambio valuta.

 Sua prerogativa distintiva è il social trading e cioè la possibilità di copiare in automatico le operazioni dei trader professionisti. Per aprire un conto basteranno solo 200 euro.

Un’altra piattaforma di rilievo è Plus500, quotata alla Borsa di Londra e autorizzata dalla FCA. Non ha costi fissi ne costi di commissione. Essa risulta essere di facile utilizzo e offre una protezione in caso di bilancio negativo:significa che non si può perdere una cifra più alta del proprio deposito.

La terza piattaforma del nostro elenco è IQ Option. Per aprire un conto servirà deposito minimo di soli 10 euro ed ha un prelievo minimo di due euro. Una delle caratteristiche più interessanti della piattaforma è la possibilità che offre ai suoi iscritti di investire in criptovalute senza acquistarle, oltre che dare la possibilità di scambiarle all’interno del proprio exchange.

Fortunatamente da vari anni  molte piattaforme danno la possibilità di aprire un conto demo, che è una sorta di simulatore di trading.

 Grazie a questi simulatori il trader principiante potrà capire come funzionano gli investimenti, facendo pratica senza rischiare di perdere il proprio patrimonio. Il professionista lo potrà utilizzare per affinare e provare tecniche sempre nuove e aggiornate.

Fare pratica con un simulatore di trading servirà ad imparare ad evitare errori come il non sapersi fermare al momento giusto, magari per voler recuperare una posizione o anche evitare di entusiasmarsi quando le cose vanno bene cercando di guadagnare tanto e subito.