Superbonus 110: vendere casa conservando le agevolazioni fiscali

Superbonus 110: vendere casa conservando le agevolazioni fiscali

Tra le agevolazioni messe in campo dal governo per rilanciare il settore edile italiano, il superbonus 110 la fa da padrone.

L’attivazione di questo importante strumento è avvenuta a seguito di una doppia, urgente, necessità: quella di rilanciare il comparto dell’edilizia e quella di compiere delle azioni virtuose nella direzione della sostenibilità climatica e ambientale.

Proprio per questo motivo il decreto rilancio ha previsto la nascita del bonus 110, per incentivare gli interventi di efficientamento e riqualificazione energetica degli immobili residenziali, usufruendo della detrazione del 110% delle spese sostenute entro il 30 giugno 2022.

E se è evidente l’ampiezza del beneficio fiscale che ne deriva, è altrettanto naturale che tale beneficio riguardi il proprietario dell’immobile. Da qui la domanda di tante persone sorge spontanea: posso vendere casa dopo il bonus 110?

La risposta è sì. Esistono infatti delle modalità per poter usufruire del super bonus 110 e vendere successivamente la propria abitazione conservando le agevolazioni fiscali derivanti dal bonus.Non solo, nel momento in cui si andrà a vendere un immobile che è stato oggetto di riqualificazione energetica, si beneficerà di un prezzo più alto dovuto al maggior valore del bene.

Questi e altri vantaggi sono i punti di forza su cui si basa il lavoro di agenzie immobiliari come Dove.it, società in forte espansione nel mercato immobiliare italiano, che punta ad offrire un’eccellente esperienza di vendita ai proprietari di immobili residenziali.

Come? Innanzi tutto con la formula zero commissioni per il venditore, che unita alla valutazione gratuita dell’immobile e all’elevata competenza dei consulenti immobiliari, garantisce trattative veloci ed efficaci.

E nei casi di vendita post bonus 110 questo non cambia. Gli agenti del portale immobiliare leader in Italia conoscono bene le modalità migliori per vendere casa conservando per sé le agevolazioni fiscali. 

Le parti, infatti, possono prevedere all’interno dell’atto di vendita una clausola in base alla quale le detrazioni fiscali non ancora utilizzate restino in capo al venditore dell’abitazione.

Una seconda modalità può essere quella di realizzare una scrittura privata, tra compratore e venditore, e stabilire che quest’ultimo mantenga i benefici fiscali scaturiti dalla riqualificazione energetica a mezzo bonus 110. In questa circostanza è di fondamentale importanza che tale scrittura sia autenticata da un notaio o da un altro pubblico ufficiale.

Queste due opzioni, stabilite dall’Agenzia delle Entrate, consentono al venditore di realizzare la cessione della proprietà evitando di perdere le agevolazioni fiscali.

La vendita di casa deve essere resa attuabile sempre e, laddove possibile, anche agevolata. Oltretutto può essere fonte di grandi soddisfazioni se realizzata con player validi e professionali che mettono al servizio di chi vuol vendere casa convenienza, professionalità e velocità.