I turisti stranieri sono pazzi del pecorino, ma pensano sia grasso

Il pecorino sardo tira un sospiro di sollievo per gli Usa

L’indagine fatta da un’agenzia di comunicazione sui turisti stranieri.

Amano la cucina italiana, ma sono convinti che i nostri formaggi siano grassi, addirittura più grassi di quelli prodotti nei loro rispettivi Paesi. Sono  i turisti stranieri che, in questi giorni, affollano le nostre località turistiche. Secondo un’indagine dell’agenzia di comunicazione Klaus Davi & Co., i formaggi italiani vengono giudicati buoni, ma ipercalorici nel 51% dei casi.

Cosa piace invece ai turisti stranieri dei nostri formaggi? Gusto raffinato (34%), varietà offerta (45%), qualità della produzione (55%), adattabilità in vari contesti e con vari piatti (54%), peculiarità organolettiche e nutrizionali che ne fanno, per alcuni, ottimi alimenti anche per i bambini in periodo di svezzamento (29%).

Tra i formaggi più apprezzati dai turisti c’è il Pecorino (per il 34% degli intervistati). Solo un turista su dieci conosce fino in fondo le caratteristiche positive dell’uso dei formaggi. Ovvero che sono ricchi di calcio, fondamentale per le ossa ed i denti e raccomandati per lo sviluppo dei bambini