A Porto Torres la spiaggia della Farrizza sarà dedicata ai cani

A Porto Torres la spiaggia della Farrizza sarà dedicata ai cani

La dog beach di Porto Torres.

La spiaggia della Farrizza a Porto Torres è ancora la spiaggia dedicata agli amici a quattro zampe. Il sindaco Sean Wheeler ha firmato ieri l’ordinanza che istituisce la dog beach per la stagione estiva 2020.

La spiaggia della Farrizza, come da alcuni anni a questa parte, ritorna quindi a essere una piccola oasi per i cani e i loro padroni. L’accesso all’arenile sarà consentito dalle ore 8 alle ore 20 nel periodo compreso tra il 27 giugno e il 30 settembre del 2020. Ci saranno alcune regole da rispettare: potranno entrare soltanto i cani regolarmente iscritti all’anagrafe canina, clinicamente sani e di almeno tre mesi di età, in possesso della documentazione sanitaria attestante la vaccinazione contro le più comuni malattie infettive.

Inoltre i proprietari devono essere maggiorenni e in possesso di un documento di identità. L’accompagnatore, in caso di controllo, dovrà dunque esibire la documentazione: in caso contrario sarà sanzionato e dovrà lasciare l’area. 

L’accesso degli animali in spiaggia deve avvenire sempre con l’uso del guinzaglio corto, di lunghezza non superiore a 1,5 metri. Va portata con sé anche la museruola che dovrà essere utilizzata in caso di necessità o su richiesta delle forze dell’ordine. L’uso del guinzaglio e della museruola diventano obbligatori per i cani con caratteristiche caratteriali difficili; è vietato l’ingresso invece ai cani palesemente aggressivi e a quelli iscritti nel registro dei cani impegnativi dell’Assl. Inoltre, così come in qualsiasi altra parte della città, le deiezioni dovranno essere immediatamente rimosse e riposte nei contenitori appositi. Per motivi di sicurezza, potranno accedere all’arenile non più di cinque o sei cani per volta. Sarà inoltre possibile fare il bagno nello specchio acqueo antistante alla zona riservata. 

Sul rispetto dell’ordinanza vigilerà la polizia locale e la compagnia barracellare del Comune di Porto Torres. Chi viola le regole rischia una sanzione amministrativa che varia dai 100 ai mille euro.