La provincia di Sassari è la più cara in Sardegna, per comprare casa si spendono in media 200mila euro

La provincia di Sassari è la più cara in Sardegna, per comprare casa si spendono in media 200mila euro

La provincia di Sassari è la più cara in Sardegna.

Viaggia a due velocità il mercato immobiliare in Sardegna. Stando ai dati dell’Osservatorio di Immobiliare.it relativi al primo trimestre del 2021, infatti, i prezzi degli immobili in vendita perdono il 2,2%, mentre i canoni di locazione risultano in risalita dell’1%. In base alla rilevazione di marzo, per comprare casa in regione la richiesta media è di 1.957 euro al metro quadro, mentre per gli affitti il canone medio è di 10,2 euro al metro quadro.

Il trend negativo che riguarda il mercato delle compravendite a livello regionale si riscontra anche in quasi tutti i capoluoghi di provincia. Ad esserne esclusi solo la città di Cagliari che registra un aumento di 1,3 punti percentuali e quella di Sassari che rileva un timido +0,2%, che si rivela la più cara per acquistare casa in Sardegna. Qui, infatti, si devono mettere a budget 2.380 euro contro i 2.137 necessari nel capoluogo di regione.

Guardando invece al comparto delle locazioni si scopre che il trend regionale al rialzo coinvolge quasi tutti i capoluoghi. Ma anche in questo caso la più cara si conferma la provincia di Sassari, in cui sono necessari 12,60 euro al metro quadro, mentre la più economica si rivela essere la provincia del Sud Sardegna con un costo medio pari a 6,10 euro al metro quadro e una crescita importante in termini percentuali (+10,9%). Secondo l’osservatorio Facile.it – Mutui.it, poi, nel primo trimestre 2021 l’importo medio richiesto per un mutuo in provincia di Sassari è pari a 114.546 euro, valore in lieve aumento rispetto al medesimo periodo del 2020 (+1,0%).

Se a livello regionale l’importo medio richiesto agli istituti di credito nel primo trimestre 2021 risulta in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+3,2%), guardando alle singole province emerge un andamento differenziato. La provincia che ha registrato la crescita più importante è quella di Cagliari (+6,2%, 125.497 euro), seguita da Sassari (+1,0%, 114.546 euro) e Sud Sardegna (+0,8%, 116.333 euro). Aprile dà segnali positivi per il proseguo del 2021 con tassi di interesse convenienti e offerte bancarie sempre vantaggiose, infine, secondo l’Osservatorio mensile di MutuiSupermarket.it.

Nel primo trimestre 2021 la finalità acquisto ha superato la surroga raggiungendo il 69% del totale complessivo delle domande rispetto al 38% dello stesso periodo nel 2020. Ad oggi, per un’operazione di acquisto prima casa e una di surroga a tasso fisso e a tasso variabile effettuata da un impiegato a tempo indeterminato di 34 anni con un reddito mensile di 2.400 euro su un immobile situato a Sassari del valore di 220.000 euro, con un importo richiesto di 140.000 euro e la durata del mutuo 20 anni.