Cambiano le regole per il Green pass, come averlo e chi deve farlo in Sardegna

Si parte con il green pass, dalle vacanze ai concerti cosa cambia per la Sardegna

Il green pass per la Sardegna.

Il green pass cambia. Il certificato di vaccinazione, indispensabile per potersi spostare e partecipare ad alcuni eventi pubblici (in base al nuovo decreto si possono anche organizzare matrimoni e cerimonie al chiuso, per i quali è necessario avere il green pass) subirà alcune modifiche, in particolare per ciò che concerne la durata e le modalità per ottenerlo.

La durata del green pass.

Infatti, sarà estesa probabilmente a 9 mesi la sua durata (molto meno probabile, al momento, la sua estensione ad un anno), rispetto ai 6 mesi attualmente previsti. Un documento che diventa fondamentale per muoversi anche in Sardegna e per chi arriverà in vacanza.

Ma il cambiamento forse più importante introdotto dal governo è quello che riguarda la modalità con cui ottenerlo: sarà infatti possibile averlo anche dopo la somministrazione della prima dose. Questo varrà in particolare per i soggetti che sono stati contagiati da Covid-19 e si sono negativizzati da 6 mesi: infatti la norma prevede che per questi casi la dose da ricevere sia solamente una.

Attualmente, ricordiamo, il green pass lo si ottiene a queste condizioni di base: aver ricevuto il vaccino; essere guariti dal Covid, essersi sottoposti a tampone ed aver avuto esito negativo.