Riaperte le palestre in Sardegna, le regole per tornare ad allenarsi

Riaperte le palestre in Sardegna, le regole per tornare ad allenarsi

La riapertura delle palestre in Sardegna.

Dopo la lunghissima chiusura forzata da lunedì 24 maggio hanno riaperto le palestre anche in Sardegna. Ovviamente saranno aperture regolate da norme, per permettere lo svolgimento delle attività in tutta sicurezza. Ecco le regole da seguire per riprendere ad allenarsi in palestra.

All’ingresso i gestori sono obbligati a rendere visibile un cartello riportante il numero massimo di persone che potranno stare all’interno della struttura. Fondamentale per evitare affollamenti e mantenere il corretto distanziamento tra istruttori e clienti.

Le regole per andare in palestra.

Sempre all’ingresso il personale dovrà misurare la temperatura corporea di chi arriva: se superiore a 37,5 gradi non sarà consentito l’accesso. Ingresso ed uscita dovranno essere su due percorsi differenti. In diversi punti della palestra i gestori sono tenuti a predisporre del gel disinfettante per le mani.

È obbligatorio l’utilizzo della mascherina per tutto il tempo di permanenza all’interno della struttura. Il distanziamento minimo tra le persone, sia per i clienti che il personale, dovrà essere non inferiore ad 1 metro.

Le regole e le novità della settimana in Sardegna aspettando la zona bianca

Gli atleti dovranno disinfettare sempre i loro effetti personali e non condividerli con gli altri. Mai lasciare i propri effetti personali nei macchinari o nei loro pressi, soprattutto se questi verranno poi utilizzati da altri.

Negli spogliatoi è fatto divieto assoluto di utilizzare le docce. A tal proposito è obbligatorio entrare nella struttura già pronti per svolgere l’attività o comunque in modo da utilizzare gli spogliatoi solamente per cambiarsi lo stretto necessario, avendo con sé delle buste sigillanti per la raccolta di rifiuti potenzialmente infetti.