Dal coprifuoco al Cenone, regole e divieti per Capodanno in Sardegna

Dal coprifuoco al Cenone, regole e divieti per Capodanno in Sardegna

Le regole di Capodanno in Sardegna.

Da oggi 31 dicembre e fino al 3 gennaio la Sardegna torna zona rossa come le altre regioni italiane. Previste per Capodanno quindi le regole già viste per Natale, con qualche differenza.

Spostamenti, visite e coprifuoco.

La prima differenza riguarda gli spostamenti e le fasce orarie in cui è possibile effettuarli: il coprifuoco viene esteso alle 7 del mattino il primo giorno dell’anno con inizio sempre alle 22. Per tutti gli altri giorni rimane la fascia oraria prevista fino ad ora, dalle 22 alle 5 del mattino.

Nei giorni di zona rossa è sempre possibile, una sola volta al giorno, uscire per andare a fare visita ai parenti, anche in altri comuni della stessa Regione, rispettando comunque il coprifuoco alle 22. Deroga, come sempre, per i minori di 14 anni e disabili a carico.

Negozi, bar, ristoranti.

I negozi sono chiusi nuovamente da oggi. Restano aperti soltanto i supermercati, gli alimentari e tutte le attività che vendono beni di prima necessità. Chiusi i bar e i ristoranti, che potranno comunque offrire il servizio di asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza limiti di orari.

Altre attività.

Si potrà fare attività motoria nei pressi della propria abitazione. Non si potrà fare in gruppo, però: l’attività dovrà essere svolta a livello individuale. Consentite le messe e funzioni religiose, ma sempre entro la fascia oraria consentita (dalle 5 alle 22, il giorno di Capodanno dalle 7 alle 22).

Per tutte le attività sopracitate sarà ancora prevista l’autocertificazione per giustificare gli spostamenti. Rimane sempre e comunque consentito lo spostamento in altri comuni o Regioni, anche in zona rossa, per motivi di salute e lavorativi.

Messa.

Si può andare a Messa, nei luoghi di culto vicino a casa, ma resta l’obbligo di rientrare prima delle 22.

Feste e Veglioni.

Sono vietati ovunque, anche negli alberghi, dove la cena potrà essere servita solo in camera. Si potrà cenare o pranzare con i conviventi o con gli amici, che sono venuti a trovarvi nel rispetto delle regole.