Un registro dei vaccinati al Covid, l’idea che piace alla Sardegna su modello della Spagna

Tamponi a chi arriva in Sardegna, ristoranti aperti a cena e bar fino alle 21. Solinas: "Sarà una riapertura graduale"

Il registro dei vaccinati in Sardegna.

Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, in occasione dell’inaugurazione del Covid hospital al Binaghi, ha risposto alla domanda riguardante il registro dei vaccinati, ipotesi che sta prendendo piede questi giorni per invogliare le persone a sottoporsi al vaccino.

Solinas si è detto “pienamente favorevole”, aggiungendo che “si avvicina molto alla nostra idea di qualche mese fa, ovvero quella del passaporto sanitario“. Aggiunge poi: “Serve però un’unità di intenti da parte di tutti i Paesi”.

Ed effettivamente lo scopo parrebbe essere il medesimo per certi aspetti. Un registro di persone che si sono vaccinate permette soprattutto di operare alcune scelte riguardanti la mobilità, che potrà riprendere in tutta sicurezza. L’idea ha già preso piede in Spagna, dov’è stata annunciata l’introduzione di un registro di chi rifiuta il vaccino, nel rispetto della privacy.