Continua il vandalismo amoroso all’ombra del Duomo di Sassari

Continua il vandalismo amoroso all'ombra del Duomo di Sassari

La risposta sul basolato del Vicolo del Campanile a Sassari.

Continua la corrispondenza amorosa all’ombra del Duomo di Sassari. Dopo la proposta di matrimonio color lilla, comparsa lo scorso weekend sul basolato del vicolo del Campanile e indirizzata a tale “Andrè”, ieri la seconda puntata stavolta vergata in rosa. Una vera e propria risposta affermativa sottolineata da un cuore, e dalla scritta “love you” sulla casella “sì” sembrerebbe aver messo fine agli approcci sentimentali della coppia e, ci si augura, anche all’imbrattamento dell’antica superficie.

Proposta di matrimonio cafona a Sassari, la scrive con la bomboletta su un vicolo del centro storico

Un atto stigmatizzato da più parti e, proprio ieri, oggetto in VI Commissione di una richiesta di chiarimento da parte del consigliere Massimo Rizzu su chi dovrà ora farsi carico di ripulire il basolato dalle frasi. “Solo una ditta altamente specializzata può farlo”, ha chiarito l’assessore all’Ambiente del Comune Antonella Lugliè aggiungendo poi che, alla rimozione, non possono partecipare le attuali ditte appaltatrici del servizio di igiene ambientale.

Una mansione, come ha chiarito la Lugliè, che non rientra nei capitolati dell’accordo di programma. Intanto ritornano al centro del dibattito gli atti di vandalismo che, negli anni, hanno preso di mira i monumenti della città, tra cui la statua di Pasquale Tola, più volte sfregiata dalle bombolette spray, o quella di Vittorio Emanuele II, in piazza d’Italia, oggetto della creatività, si fa per dire, dei writers. Ora sono in molti a sperare che lo scambio di messaggi, accanto al Duomo, tra i due futuri sposi non si arricchisca anche coi capitoli di un eventuale divorzio.  

Continua il vandalismo amoroso all'ombra del Duomo di Sassari