La città di Sassari al fianco delle donne affette da endometriosi

La città di Sassari al fianco delle donne affette da endometriosi

Le iniziative di Sassari.

Sono oltre trenta le attività che in tutta Sassari hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione e informazione sull’endometriosi, consentendo alle due giovani attiviste che hanno chiesto la collaborazione dell’Amministrazione comunale di esporre materiale divulgativo sulla patologia, che colpisce in Italia almeno 3 milioni di donne.

Il Comune di Sassari ha da subito sposato e patrocinato l’iniziativa “Facciamo luce sull’endometriosi” promossa da Endomarch Team Italy e il 27 marzo illuminerà di giallo il Palazzo di Città, in occasione della Giornata mondiale sull’endometriosi. Il 28 marzo, a partire dalle 10, la pagina Facebook del Comune di Sassari rilancerà il Convegno con esperti italiani e stranieri organizzato dal Endomarch Team Italy.

Inoltre, in questi giorni, negli uffici comunali aperti al pubblico, è stato distribuito ed è a disposizione materiale informativo sulla malattia che nel mondo colpisce almeno 176 milioni di donne. Sal sito del Comune sono presenti altre brochure scaricabili e link di approfondimento.

“Non ci saremmo mai aspettate una partecipazione simile da parte della città – commentano entusiaste Elena Crobu e Laura Maninchedda, che hanno dato l’avvio a tutto, chiedendo il supporto del Comune -. Anche gli organizzatori nazionali ci hanno chiamato per complimentarsi. Per noi è stata una iniezione di forza e ottimismo e da qui vogliamo partire per costituire una sede territoriale delle associazioni nazionali, perché nessuna donna che soffre come noi si senta più sola“.

L’endometriosi è una malattia subdola, invalidante, pressoché sconosciuta ai più e tra le patologie croniche più diffuse, con una donna in età fertile su dieci che ne soffre. Colpisce l’identità femminile dal punto di vista individuale, relazionale, sessuale, sociale e psicologico. Alcune cellule della mucosa uterina si impiantano fuori dall’utero in altri organi come ovaie, tube, vagina, ma anche intestino, vescica, peritoneo, e in certi casi perfino polmoni. Stimolate dagli ormoni del ciclo mestruale, crescono e causano sanguinamenti interni, infiammazioni croniche, tessuto cicatriziale, aderenze. La reazione della società a una patologia cronica così invalidante e invisibile porta la donna che combatte contro l’endometriosi a sentirsi sola e incompresa e questo può sfociare in grave depressione.