Senza casa e senza lavoro, per Speranza di Sassari la storia finisce a lieto fine

In pagamento a Sassari le prime domande per il bonus degli 800 euro

Trovato un alloggio per Speranza Carta.

Tutto è bene ciò che finisce bene. Anche per Speranza Carta, che per un giorno si era trovata a vivere per strada, le cose sembrano andare nel verso giusto e ha trovato un alloggio. La storia di Speranza, 58 anni, di Sassari, aveva commosso tutti. Per diverso tempo è stata lontana dalla sua terra e dalla sua città natale. “Dove il lavoro chiama io sono pronta – aveva detto ottimista -. Dallo scorso anno sono nuovamente qui a Sassari. Speravo di trovare un lavoro e una casa, invece niente. Ho fatto solo qualche sostituzione come badante”.

Senza lavoro e senza soldi, Speranza si è ritrovata a vivere per strada. Una storia che non è passata inosservata all’assessore alle Politiche sociali del Comune di Sassari Antonello Sassu e il consigliere Giuseppe Palopoli. “Le abbiamo trovato una sistemazione momentanea – dichiarano – in attesa di un alloggio definitivo non appena finirà questa pandemia”.

Anche la Protezione Civile si è attivata per assicurare a Speranza il necessario per poter vivere dignitosamente, come i pasti e la bombola del gas. “Il caso della signora non è mai stato trascurato- conferma l’assessore- lei ha diritto all’assistenza visto il suo caso di indigenza”. Una storia a lieto fine insomma per Speranza, di nome e di fatto.