A Sassari Tari ridotta per le famiglie in difficoltà: domande in scadenza

Dal primo giugno cambia la raccolta differenziata nel centro storico di Sassari

Le domande per la riduzione della tari a Sassari.

A Sassari scade il 31 maggio il termine per presentare istanza e ottenere la riduzione Tari prevista per i contribuenti che al 1 gennaio 2021 risultano beneficiari delle misure nazionali (Reddito o Pensione di Cittadinanza) o regionali (REIS) di contrasto alla povertà. Sul sito del Comune di Sassari è pubblicata la piattaforma web. Non saranno prese in considerazione le richieste arrivate oltre i termini o con modalità diverse da quelle stabilite per la registrazione.

Per gli aventi diritto alla riduzione, il Comune, acquisite e verificate le relative informazioni, invierà avviso di pagamento con l‘importo ridotto dovuto per la corrispondente annualità. Se è già stato inviato avviso di pagamento, si procederà d’ufficio a scaricare l’importo non dovuto, per cui non sarà necessario presentarsi agli sportelli per farne richiesta.

Gli uffici ricordano che la riduzione riguarda la sola parte variabile della tariffa mentre è sempre dovuta la parte fissa. Il finanziamento avviene compatibilmente con le risorse finanziarie a tal fine disponibili nel bilancio. In caso queste non siano sufficienti a soddisfare tutte le richieste, si procede dando priorità ai nuclei con certificazione Isee più bassa, fino a esaurimento delle risorse disponibili. In caso di ex aequo nell’ultima posizione finanziabile, le risorse residue sono ripartite per un uguale importo a tutti i nuclei collocatisi ex aequo.