Tutt’umpare, a Sassari le disabilità lasciano spazio allo sport e all’inclusione

Tutt'umpare, a Sassari le disabilità lasciano spazio allo sport e all’inclusione

A Sassari una giornata tra sport e inclusione.

Come si dice in questi casi, una bella giornata di sport. E così è stato per l’evento di lancio della manifestazione Tott’umpare organizzata dalla polisportiva Sandalyon nel circolo Bocciofilo di via La Malfa a Sassari.

Una sfida sportiva mista nel quale le disabilità hanno lasciato spazio all’inclusione. Così, alla fine, il torneo di freccette, primo di una serie di sport (gli altri, tennis tavolo e calcio balilla) previsti da Tott’umpare lo hanno vinto Luca Bulla e Eros Argilli, al secondo posto il duo formato da Luca Tanda e Gian Pietro Simula, al terzo posto le coppie composte da Stefano Cau, Francesco Sanna e Gianmarco Mereu, Pasquale Carta. Nella classifica per gironi, nell’A, Matteo Serusi, Angelo Vitiello e Rudy Pedocchi hanno chiuso in testa, nel B, Mario Pintus e Beniamino Scarpa non hanno lasciato scampo agli avversari.

“Siamo davvero contenti per l’evento che siamo riusciti a mettere in campo – commenta Angelo Vitiello, presidente della Sandalyon- che ha dimostrato quanto sia importante creare occasioni di questo genere. La valenza dello sport è importantissima, anche sotto il profilo dell’inclusione e questo torneo lo ha dimostrato ampiamente.

I prossimi appuntamenti a Sassari.

Gli altri eventi di Tott’umpare saranno: il 13 giugno il tennis tavolo che si svolgerà negli spazi della Scuola media 2; ultima ma solo in ordine di tempo, non certo per la passione che saranno in grado di esprimere i protagonisti, la sfida nel torneo calcio balilla del 27 giugno. Anche questa sfida avrà come teatro il circolo bocciofilo di via La Malfa.

A Tott’umpare ci hanno creduto in tanti, a partire dalla Regione Sardegna con l’assessorato al Turismo, al Comune di Sassari, al Coni, al Comitato Paralimpico, al Panathlon.