Zone franche urbane a Sassari contro la crisi, la proposta in Comune

Andria bacchetta l'amministrazione comunale: "Di una lentezza estenuante"

L’ordine del giorno del consigliere Andria.

“Si chiede al Consiglio comunale di approvare il presente ordine del giorno affinché tali strategie siano profondamente conosciute. Insomma il lavoro, la produzione, l’industria e l’economia cittadina e di area vasta siano collocate tra le priorità”. Con queste parole il consigliere comunale d’opposizione Mariolino Andria sollecita l’assise cittadina ad intervenire con decisione sulla crisi economica.

Andria chiede la convocazione urgente di un Consiglio comunale proprio sul tema del lavoro, della fiscalità di vantaggio, ed in particolare la Zona Franca Urbana (ZFU) e Zona Economica Speciale (ZES) che interesserà già da quest’anno, la Zona Industriale di Truncu Reale.

“Il Cips, ovvero l’ente che governa la Zona industriale di area vasta compresa la zona industriale di Truncu Reale, ha deliberato recentemente il via alle aree ZES (Zone Economiche Speciali) – spiega Andria -. Tale strategia interesserà circa 500 ettari distribuiti nei tre agglomerati di Porto Torres, Sassari-Truncu Reale e Alghero-San Marco creando notevoli vantaggi in termini burocratici e agevolativi per le imprese”. Per Andria è una “straordinaria opportunità” a cui fare seguite con l’attuazione “di Zone Franche Urbane nell’ambito cittadino comprese Periferie Centro Storico e Borgate”. La discussione, quindi, è aperta.