Ad Alghero scontro sul Cra e sul trasferimento degli uffici dei servizi sociali

Centro anziani di Alghero: via al progetto di ristrutturazione

Le replica dei consiglieri di maggioranza.

“Ci vuole faccia tosta per dare lezioni quando si è stati autori di una delle più infauste scelte ai danni degli anziani algheresi – dichiarano i capigruppo e di tutti i consiglieri di maggioranza di Alghero – . Gli autori del più grave disastro causato ad un bene pubblico e colpevoli della altrettanto disastrosa gestione degli uffici dei Servizi Sociali, diventano improvvisamente smemorati”.

“Un atteggiamento a dir poco deplorevole che già avevano mostrato nel passeggiare indifferenti nei sopralluoghi della Commissione consiliare sulle macerie dell’ex Cra di Viale della Resistenza. La nostra ferma intenzione di trasferire gli uffici dalle vetrine allestite dall’amministrazione Bruno nel Piazzale de Lo Quarter è una priorità dichiarata in campagna elettorale alla quale teniamo fede”.

“La verità che invece non dice l’ex sindaco Bruno con i suoi consiglieri è invece tenuta nascosta per celare un fallimento – continuano i consiglieri di maggioranza – . Altro che demagogia, dovrebbero ammettere, per verità, che in campagna elettorale hanno tentato di mettere una pezza stabilendo il trasferimento degli uffici dei Servizi Sociali – proprio così – nell’immobile dell’ex Cra. Ci sono gli atti, ci sono le cifre. Basta con le mistificazioni. La variazione al piano triennale delle opere pubbliche adottata ieri dal Consiglio comunale è un atto che non cambia la sostanza delle scelte che comunque vanno nella direzione dichiarata: l’apertura del cantiere della ristrutturazione del Cra avrebbe reso problematico lo svolgimento delle attività degli uffici dei Servizi Sociali. Stiano tranquilli, la verità è sotto gli occhi di tutti, a Lo Quarter come a Fertilia, nel lager in cui sono stati relegati i nostri anziani”.

“Questa Giunta invece manterrà la promessa di ristrutturare il centro anziani dei Viale della Resistenza utilizzando i finanziamenti regionali al posto della costruzione di una nuova struttura. Nel frattempo investe risorse per dare dignità agli anziani, non tendoni da circo natalizi per celare l’inadeguatezza, ma interventi per garantire adeguatezza e confort. Dovrebbero piuttosto spiegare perché non è stata stanziata alcuna somma per adeguare un ostello della gioventù alle esigenze degli anziani. La verità, appunto” concludono i capigruppo e i consiglieri di maggioranza.