Alghero virtuosa, nuovi fondi per la lotta al randagismo

Ad Alghero sono 30 le persone positive, cala il numero dei ricoverati

Ad Alghero 178 per la lotta al randagismo.

L’Ats Sardegna ha di recente definito la ripartizione dei fondi 2019 per la lotta al randagismo e, ancora una volta, Alghero è risultata essere l’amministrazione più virtuosa in Sardegna.

Lo scorso agosto, dei 2 milioni complessivamente disponibili e riferiti alle attività svolte nel 2018, erano stati attribuiti al Comune di Alghero ben 388.000 euro, ai quali ora si aggiunge la somma di oltre 178.000 euro su 1 milione disponibile per l’annualità 2019, confermando quanto già evidenziato con la precedente ripartizione.

I criteri di assegnazione prevedono che la metà della somma a disposizione venga erogata in proporzione alle spese, mentre la restante parte sulla base di criteri di premialità, rapportati all’impegno dimostrato nelle attività di prevenzione del randagismo e a favore del benessere animale in genere.

Viene quindi premiato l’attivismo attuato attraverso le tante iniziative messe in campo che vanno dalle giornate di microchippatura gratuita organizzate mensilmente insieme all’Ats all’adozione del  regolamento per il riconoscimento e la gestione delle colonie feline, dall’istituzione del registro dei gattari allo sviluppo dell’applicativo e.canile che dal prossimo appalto consentirà di migliorare la gestione degli animali ospitati in canile, alla creazione della ricca sezione “amici a 4 zampe” tra i “servizi al cittadino” presenti nel sito istituzionale del Comune di Alghero, dalle campagne di sensibilizzazione sull’obbligo dell’uso del guinzaglio e di raccolta deiezioni, attuata attraverso l’applicazione di apposita cartellonistica, all’attività di controllo svolto dalla Compagnia Barracellare e dalle Guardie Zoofile.

Le nuove somme finanziate dovrebbero a breve esser liquidate all’Amministrazione unitamente a quelle dell’assegnazione precedente, raggiungendo la cifra di 566.000 euro. Con queste risorse sarà possibile portare a compimento e dare gambe ai tanti progetti avviati quali, ad esempio, la realizzazione e sistemazione, quale modello replicabile e su cui si sta predisponendo una convenzione con il Dipartimento di Architettura, della colonia felina del “Solaio”, la realizzazione delle aree di sgambamento per cani (sulla cui individuazione sta lavorando la Commissione presieduta dal Consigliere Christian Mulas), ma si potranno anche finanziare nuove campagne di sterilizzazione e sostenere le tante associazioni che quotidianamente prestano un’opera di assistenza in materia di benessere animale.

“Un lavoro straordinario, che prosegue nel solco di quanto già fatto anche dalla precedente amministrazione, e per il quale mi sento di ringraziare la macchina amministrativa ed il gruppo di lavoro che si è occupato di questa tematica” conclude l’assessore all’Ambiente Andrea Montis.