L’appello della prima infermiera vaccinata a Sassari: “Facciamolo tutti”

Il record dei vaccini anti-Covid di Sassari, somministrate dalla Asl il 100 per cento delle dosi

Il vaccino contro il Covid a Sassari.

È stata Valentina Martinez, 30 anni, infermiera del Pronto soccorso di Sassari la prima a ricevere la dose del vaccino contro il coronavirus nel vax day del 31 dicembre scorso. Nella sala prelievi del Centro trasfusionale di via Monte Grappa erano state somministrate le prime dosi di vaccino a 10 operatori dell’Aou, tra dipendenti e operatori delle ditte esterne di vigilanza e portierato.

“Una giornata importantissima – ha commentato la giovane infermiera – e ringrazio l’Azienda per l’opportunità che mi ha dato. Auguro a tutti i colleghi di poterlo fare subito per debellare questo virus che ci sta provando fisicamente e psicologicamente. Che ci ha portato via anche molti affetti”.

Valentina ha vissuto in questi mesi la pandemia nella struttura di viale Italia e si è trovata a lavorare a stretto contatto con un team di colleghi che lei stessa definisce “fantastici”. E da lei, che vede il vaccino una rinascita, parte anche l’appello agli operatori: “Vaccinatevi tutti”.

Tra i primi a essere vaccinati del 31 dicembre anche il medico endocrinologo Giuseppe Fanciulli. Era stato lui il primo medico a mettersi a disposizione la notte del 14 marzo scorso quando, individuato il focolaio Covid nel reparto di Cardiologia del Santissima Annunziata, era stato necessario effettuare i tamponi a tutti gli operatori sanitari e pazienti di quel reparto. “Ho fatto quello che era necessario fare in quel momento – ha detto – credo che lo avrebbe fatto chiunque altro al mio posto. E quello di oggi è l’inizio di un percorso che porterà alla protezione dei sanitari, delle categorie più deboli e di tutta la popolazione”.