Da un semplice controllano arrestano 2 pusher e sequestrano la marijuana

Da un semplice controllano arrestano 2 pusher e sequestrano la marijuana

Gli arresti della squadra Volante della polizia di Cagliari.

Continuano senza sosta i servizi di controllo del territorio per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di sabato un equipaggio della Squadra Volante della polizia di Cagliari, mentre transitava in via Seruci, ha notato un pluripregiudicato assai noto agli operatori per i suoi precedenti in materia di stupefacenti, che con passo spedito cercava di raggiungere la vicina Via Marghine. I poliziotti si sono e accorti anche che l’uomo teneva sotto braccio una busta di carta. Alla vista della Volante la sua andatura è aumentata e in quel momento gli agenti hanno deciso di fermarlo. Sin da subito il 51ennne cagliaritano si è mostrato nervoso e infastidito della presenza dei poliziotti. Da un sommario controllo all’interno della busta è stato trovato un involucro contenente infiorescenze di marijuana essiccata per un peso di circa 270 grammi, mentre all’interno di una tasca dei pantaloni la somma di 80 euro in banconote di piccolo taglio.

Anche la successiva perquisizione domiciliare, eseguita con l’ausilio di una Unità Cinofila della Guarda di Finanza, ha dato esito positivo perché sono stati trovati ulteriori 10 grammi circa della medesima sostanza occultata in camera da letto. Nel contempo però altri agenti avevano raggiunto lo stabile per dare ausilio ai colleghi e mentre sostavano nell’androne del palazzo hanno fermato ed indentificato un 38enne cagliaritano, con diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e stupefacenti. Anche l’uomo ha mostrato subito chiari segni di nervosismo, soprattutto mentre i poliziotti gli chiedevano spiegazioni circa il possesso di una chiave occultata nella tasca dei pantaloni. L’esperienza degli operatori ha portato a pensare che l’uso della chiave potesse aprire uno dei corridoi presenti nello stabile e dopo alcuni tentativi la loro intuizione è stata premiata. Da un controllo meticoloso all’interno di una cantina, dentro una vecchia lavatrice, sono stati rinvenuti 290 grammi di marjuana, 75 grammi di hashish ed un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Gli agenti hanno atteso che l’unità cinofila, impegnata nella perquisizione domiciliare, terminasse per fare controllare dal cane “Ambra” alcune aree dei corridoi. Infatti, l’ottimo fiuto di Ambra ha permesso trovare altri tre contenitori, identici in tutto per tutto a quello sequestrato al Berosi, per un peso di circa 750 grammi e contenenti infiorescenze di marijuana essiccata, più un ulteriore sacchetto per alimenti con altri 50 grammi della stessa sostanza. I due sono stati accompagnati in Questura e tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio, in attesa dell’udienza direttissima prevista per questa mattina.