Campo nomadi di Piandanna, il Comune punta alla chiusura da ottobre

Campo nomadi di Piandanna, il Comune punta alla chiusura da ottobre

Si cerca di risolvere il problema del campo rom di Piandanna.

Il Comune di Sassari lavora ad una soluzione per risolvere il problema nel campo nomadi di Piandanna.  

Da tempo le condizioni igienico sanitarie sono precarie e insufficienti, soprattutto in corrispondenza del vicolo San Lorenzo, territorio dove vengono abbandonati di rifiuti di varia natura. e che vengono bruciati dalle famiglie del campo per ricavarne materiale metallico, con conseguente inquinamento del suolo. Una situazione sempre più preoccupante anche per i residenti della zona.

Sono stati moltissimi i sopralluoghi, gli interventi della polizia e i problemi del campo: dagli incendi alla bolletta monstre di Abbanoa da 160mila euro indirizzata al Comune. Proprio Palazzo Ducale sta ora tentando di porre fine a questa situazione con una nuova manifestazione di interesse per trovare una sistemazione alle quasi 70 persone presenti nel campo a partire dal primo ottobre. Oltre 230mila euro per spostare le 13 famiglie in alcune strutture fino al 15 gennaio 2021 ed avere il tempo di studiare una soluzione definitiva.