Caso ex cardinale Becciu, arrestata Marogna, la manager dei 500mila euro

Caso Becciu, la procura Vaticana: "Marogna a processo per peculato"

Caso ex cardinale Becciu, arrestata Cecilia Marogna.

Nuovo clamoroso colpo di scena nella già intricata vicenda che vede protagonista l’ex cardinale di Pattada, monsignor Angelo Becciu. Nelle scorse ore, a Milano, la Guardia di Finanza ha arrestato la manager sarda Cecilia Marogna, destinataria dei bonifici da 500mila dalla Santa Sede.

Su lei pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dagli investigatori vaticani tramite l’Interpol. Il suo nome è finito al centro dello scandalo finanziario che sta investendo la Santa Sede. La donna ora sarà estradata e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria vaticana per rispondere dell’accusa di peculato per distrazione dei beni.

Non c’è pace per l’ex cardinale Becciu, spuntano dei bonifici da 500mila euro

Nel mirino della magistratura del Vaticano erano finiti i bonifici sospetti partiti dalla Segreteria di Stato Vaticana e diretti ad una società slovena con a capo una manager sarda. La cifra, secondo quanto riportato dai principali quotidiani italiani, si attesterebbe intorno ai 500mila euro. Soldi andati andati alla Log sic doo, con sede a Lubiana, ed a capo di Cecilia Marogna in qualità di managing director.