La chiesa di Santa Maria in Bethlem in pericolo, pressing di Lega e M5S per il recupero

La chiesa di Santa Maria in Bethlem in pericolo, pressing di Lega e M5S per il recupero

La richiesta bipartisan per salvare la chiesa di Sassari.

La Lega e Movimento 5 Stelle uniti nella richiesta di interventi per il recupero della chiesa di Santa Maria in Bethlem a Sassari. Il degrado non è sfuggito all’attenzione dei partiti. Già il 10 novembre 2019 la Lega presentava per mezzo del capogruppo in Consiglio comunale Francesco Ginesu, un’interrogazione con la quale si richiedevano informazioni sulla programmazione ed esecuzione di interventi urgenti di restauro e messa in sicurezza dell’edificio, già programmati da tempo.

Adesso anche la consigliera regionale dei 5 Stelle Desirè Manca scende in campo presentando un’interrogazione al governatore Christian Solinas per sapere quale sia lo stato di attuazione del recupero. “Sono trascorsi ormai due anni dalla presentazione del progetto di restauro della chiesa e del convento annesso, tuttavia, i lavori non risultano ancora avviati – dice Manca -. Così, col passare del tempo, le condizioni stanno peggiorando inesorabilmente”.

Le piogge stanno infatti aggravando le numerose criticità già presenti. Da anni la struttura presenta importanti cedimenti e problemi di staticità che interessano la facciata principale, il tetto, il conventino adiacente alla basilica e il campanile. La gravità della situazione è sotto gli occhi di tutti, dal momento che sin dal giugno 2015 si è verificato il distacco di alcune porzioni di intonaco della navata centrale.

Pur condividendo l’intervento dell’onorevole Manca, la Lega ha puntualizzato. “Ci fa piacere che anche il Movimento 5 Stelle, sebbene con un clamoroso ritardo, condivida la necessità di intervenire sulla chiesa. Non vorremmo che le ultime dichiarazioni dell’onorevole Desirè Manca servano solo a ricercare visibilità e consenso personale, dal momento che un anno fa nessun grillino sassarese si preoccupò di condividere la richiesta della Lega. Magari, se ci avessero ascoltato, si sarebbero potuti evitare danni ulteriori”, ricorda la coordinatrice della Lega di Sassari, Marina Puddinu.