Lo stop alla Ztl di Sassari divide commercianti e residenti. E parte una raccolta firme

Lo stop alla Ztl di Sassari divide commercianti e residenti. E parte una raccolta firme

Il comitato chiede la sospensione della delibera.

La delibera della giunta comunale di Sassari, che prevede la sospensione della zona a traffico limitato, entrerà in vigore da lunedì 2 settembre e già sorgono i primi malumori tra residenti e commercianti dell’area blu.

Il comitato pro ZTL, composto da un ristretto gruppo di cittadini, si è riunito eccezionalmente in mezzo alla strada sotto la pioggia battente per ragionare sugli eventi imminenti e sulla prospettiva di città e di centro storico che intendono difendere.

Il comitato spiega come, nel merito della sospensione, il Comune non abbia tenuto conto delle opinioni di tutti i commercianti, ma solo di una ristretta fetta. ”Abbiamo avuto conferma da un rappresentante inviato dai commercianti per spiegare come sono andate esattamente le cose, e dai commercianti contrari a questa sospensione, che non sono stati interpellati tutti, tantissimi nemmeno sapevano della distribuzione di questo sondaggio”, spiega il comitato, che lamenta come non siano stati interpellati né i residenti, né tutti i commercianti, e che quindi gran parte dei fruitori del centro storico siano stati tagliati fuori dal dibattito.

”A questa dimenticanza bisogna porre rimedio”, aggiungono i membri del comitato e a questo proposito hanno già promosso una raccolta firme aperta a tutti per chiedere la sospensione della riapertura dei varchi. Il modulo per le firme è disponibile al QUOD, Via Mercato 1/b, aperto tutti i giorni dalle 8 alle 23.