Un focolaio nel Centro di accoglienza di Sassari: 57 sono positivi. Il caso arriva in Regione

Un focolaio nel Centro di accoglienza di Sassari: 57 sono positivi. Il caso arriva in Regione

La situazione del Centro di accoglienza di Sassari.

Allarme contagi nel Centro di accoglienza di Predda Niedda a Sassari. Sono stati riscontrati 57 positivi al coronavirus, di cui 55 migranti e 2 operatori. La notizia arriva dall’Unità di crisi del Nord Sardegna e rimbomba come un tuono anche nei corridoi della Regione, dove la preoccupazione di trovarsi di fronte ad un nuovo focolaio è massima. 

Sul caso è intervenuto il consigliere regionale della Lega Ignazio Manca, che sottolinea l’importanza di “attivare con la massima urgenza ulteriori misure di contenimento, oltre quelle previste da ATS, quali il trasferimento dei migranti positivi in strutture diverse da quelle che oggi li ospitano, in modo da evitare la convivenza tra migranti non positivi e migranti risultati positivi”.

I contagi di coronavirus nel Centro di accoglienza possono diventare un vero grattacapo per Comune e Regione. In altre città sono state istituite delle “zone rosse”, originando delle tensioni con gli ospiti. Intanto, l’ATS potrebbe disporre, nelle prossime pore, ulteriori accertamenti sanitari (tamponi o test sierologici) su tutti gli operatori esposti al contatto con i migranti positivi al Covid ed uno screening sierologico su tutti gli ospiti.