Contagi e tamponi, il nuovo report sull’andamento del coronavirus in Sardegna

In Sardegna più di 350 nuovi casi di coronavirus: altri 2 decessi

Il monitoraggio della Fondazione Gimbe sulla Sardegna.

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe conferma nella settimana 11-17 novembre, rispetto alla precedente, una stabilizzazione nell’incremento del trend dei nuovi casi (242.609 vs 235.634), a fronte di una lieve riduzione dei casi testati (854.626 vs 872.026) e di un lieve aumento del rapporto positivi/casi testati (28,4% vs 27%). Crescono del 24,4% i casi attualmente positivi (733.810 vs 590.110) e, sul fronte degli ospedali, si registra un ulteriore incremento dei pazienti ricoverati con sintomi (33.074 vs 28.633) e in terapia intensiva (3.612 vs 2.971); aumentano del 41,7% i decessi (4.134 vs 2.918).

In Sardegna i casi positivi ogni 100mila abitanti sono 658, la settimana prima erano 546. Peggiora anche il rapporto tra i positivi e i casi testati che fa segnare un 13,9%, valore lontano comunque rispetto alla media nazionale del 28,4%. L’incremento percentuale dei casi segna il 23,1%, mentre aumentano i test: in Sardegna sono 1.329 ogni 100mila abitanti

Preoccupazione invece i posti letto di terapia intensiva occupati sull’Isola che salgono al 37% oltrepassando la soglia definita critica del 30%. I posti letto in area non intensiva invece sono al 33% dell’occupazione.

Indicatori regionali settimana 11-17 novembre