Coronavirus, due casi positivi a Oschiri: lo comunica il sindaco

A Oschiri sono 4 i casi di coronavirus: una persona ricoverata

L’intervento del sindaco di Oschiri.

Nei giorni scorsi si sono susseguite a Oschiri notizie riguardo la presenza in paese di persone risultate positive al coronavirus creando notevole apprensione tra la popolazione.

“Premesso che l’unico soggetto deputato a fornire comunicazioni ufficiali è l’Ats, la quale informa il sindaco in qualità di responsabile della sanità locale che a sua volta porta a conoscenza la popolazione, ritengo di fare chiarezza sulla attuale situazione visto l’allungarsi dei tempi di comunicazione da parte del servizio di igiene pubblica”, ha dichiarato il sindaco Piero Sircana.

Oggi, presso l’Ufficio del Sindaco, si è riunito il COC (Centro Operativo Comunale), il quale ha preso atto che i familiari di 2 nostri concittadini hanno comunicato l’accertamento di positività al coronavirus dei loro congiunti. Le due persone risultano asintomatiche e sono in isolamento presso la propria abitazione. Al momento l’Ats non ha ancora trasmesso nessun comunicato al Comune. Formulo, a nome mio e di tutta la comunità oschirese, i migliori auguri di pronta guarigione alle persone interessate”.

“L’Ats ha il compito di verificare i contatti avuti dalle persone positive e disporre come questi devono comportarsi – continua il sindaco -. Pur capendo le grosse difficoltà in cui si opera soprattutto nel nord Sardegna e in Gallura in particolare, una sollecitazione di richiesta di notizie è stata inviata dal Comune all’Ats. Appare ancora una volta doveroso invitare tutti gli oschiresi ad attenersi scrupolosamente alle disposizioni governative, da tutti ben conosciute, per evitare quanto più possibile il diffondersi della pandemia”.

“In considerazione della diffusione del virus nel mondo giovanile e in determinate condizioni lavorative, non può essere esclusa la presenza nella nostra comunità di ulteriori soggetti asintomatici. Si chiede, soprattutto nel breve periodo, di comportarsi, ciascuno di noi, come potenziale portatore del virus e, pertanto, di porre in essere comportamenti rispettosi delle suddette disposizioni. Si valuterà nei prossimi giorni se intervenire e in che maniera, tramite ordinanze, sulle attività potenzialmente causa di assembramento. Vi terrò aggiornati sulla evoluzione della problematica al fine di affrontare con quanta più condivisione possibile l’immediato futuro per tornare quanto prima alle condizioni preesistenti”, ha concluso il sindaco Piero Sircana.