Il Cts sulla scuola: “Mascherine per gli studenti dai 6 anni in su. Tolta solo per l’interrogazione”

Casi positivi tra gli alunni, a Mores chiude la scuola media

Arrivano i primi pareri del Comitato Tecnico Scientifico.

Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo è intervenuto su alcuni temi che riguarderanno il rientro a scuola degli studenti. E’ fissata per domani infatti la riunione del comitato per discutere di scuola e dalla quale emergeranno i pareri degli esperti per combattere il coronavirus anche tra i banchi delle aule.

L’opinione è di far indossare obbligatoriamente ai bambini dai 6 anni in su la mascherina anche in classe e seduti. Saranno previsti eccezzioni, come nei casi di ragazzi non udenti, o con difficoltà psicologiche. Si potrà togliere la mascherina anche durante un‘interrogazione, in mensa oppure durante l’ora di ginnastica.

Un parere dunque, quello del Comitato, che andrebbe a scontrarsi con le dichiarazioni di qualche settimana fa del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina che aveva invece annunciato regole meno restrittive, come ad esempio la non obbligatorietà delle mascherine quando gli studenti sono seduti al proprio banco.

Poi sono state affrontate anche le misure previste per la quarantena per i casi positivi. “Abbiamo 8 milioni di studenti e 2 milioni di lavoratori, è impossibile immaginare che non avremo nuovi casi – ha esordito Miozzo – . Ma un caso non vorrà dire chiudere la scuola. Bisognerà valutare di volta in volta il contesto e se necessario mettere in quarantena la classe oppure la scuola, a seconda della situazione”.