Stretta di Natale, cosa prevede il nuovo decreto e le regole per la Sardegna

Stretta di Natale, cosa prevede il nuovo decreto e le regole per la Sardegna

Il nuovo decreto del premier Conte.

Nella serata di ieri il premier Giuseppe Conte ha presentato i punti del nuovo decreto, l’ultimo per questo 2020. I provvedimenti saranno attuati in particolar modo dal 24 dicembre al 6 gennaio. I provvedimenti riguarderanno anche la Sardegna: nessuna attenuazione.

Anche in Sardegna, quindi, per la prima volta si parla di zona rossa: le regole che fino ad ora non erano mai state conosciute nell’isola verranno sperimentate nel periodo natalizio. C’è molta perplessità per i comuni più piccoli: la mancanza di alcuni servizi potrebbe rendere questo periodo natalizio particolarmente difficile.

In vista delle festività natalizie il Governo ha deciso per un’ulteriore stretta, com’era stato largamente previsto. Tutta l’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi.

Per spostarsi da una regione all’altra sarà dunque necessario sfruttare le giornate di oggi e domani. Le regole della zona rossa saranno applicate a tutto il territorio nazionale, con qualche eccezione: sarà possibile spostarsi per far vista ai parenti.

Gli spostamenti per le visite dovranno avvenire negli orari indicati, ovvero dalle 5 del mattino alle 22: rimarrà quindi in vigore il coprifuoco.

Sarà possibile spostarsi per le visite una sola volta al giorno e verso un’unica abitazione situata nel medesimo territorio regionale.

Bar, ristoranti e attività che non vendono beni di prima necessità saranno chiusi nei giorni “rossi”. Consentito però l’asporto entro le 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni di orari.