Spostamenti, shopping, feste e seconde case: le misure del Dpcm di Natale in arrivo

Spostamenti, shopping, feste e seconde case: le misure del Dpcm di Natale in arrivo

I provvedimenti del nuovo Dpcm di Natale in Sardegna.

Come anticipato il 4 dicembre entrerà in vigore un nuovo Dpcm, nel quale saranno contenute delle nuove regole. Si tratta del cosiddetto piano di Natale, che porterà l’allentamento delle misure anche in Sardegna. Anche se, stando alle anticipazioni trapelate, sarà comunque vietato spostarsi tra regioni, anche quelle della fascia gialla.

I provvedimenti.

I negozi nel periodo natalizio potrebbero restare aperti fino alle 21. Questo per consentire gli ingressi scaglionati dei clienti, ed evitare gli assembramenti dentro i locali. I bar e i ristoranti potranno restare aperti a pranzo. Saranno sicuramente chiusi il 25 e il 26 dicembre, mentre si valuta ancora se tenerli aperti il 31 dicembre. Si potrà alloggiare in hotel a patto che si trovi nella stessa regione. Stessa cosa riguarderà le seconde case, che devono essere per forza in Sardegna.

Dal pranzo di Natale alla notte di Capodanno.

Consentite le messe, il pranzo e la cena di Natale. La forte raccomandazione è, però, a festeggiare soltanto con le persone strette, massimo 8 persone, con particolare attenzione ai soggetti fragili. Saranno assolutamente vietati, invece, i botti della notte di Capodanno, le feste in piazza, i cinema e i teatri.

Queste sono le misure che il governo si appresta ad adottare con il prossimo DPCM. Per l’ufficialità bisognerà attendere, come sempre, la firma del premier Giuseppe Conte, che dovrebbe arrivare tra il 2 o 3 dicembre. Questione di pochi giorni ormai, quindi.